Il progetto educativo e di socializzazione "ABA.CO", nasce dal lavoro e dalla forte determinazione di un gruppo di genitori di ragazzi e bambini autistici.

E' un progetto pensato fin dall'inizio delle attività della Onlus “Genitori e Autismo”, dagli stessi fondata nel giugno 2006 a Roma.

L’associazione, che persegue esclusivamente finalità di solidarietà civile e sociale, durante questi anni si è prodigata per sensibilizzare le istituzioni pubbliche e private sul tema del recupero e dell'integrazione sociale della persona autistica.

Lo ha fatto in vari modi:

 

  • organizzando diversi convegni sul metodo di educazione comportamentale di tipo ABA/VB (Analisi Comportamentale Applicata / Comportamento Verbale)
  • raccogliendo più di 40.000 firme con un appello pubblico in varie piazze d'Italia
  • pubblicando il libro "Non Ho Parole" scritto dal Presidente Roberto Torta
  • partecipando ad incontri, tavoli e convegni organizzati da Province, Comuni, Regioni e Ministeri
  • attraverso una campagna televisiva per la raccolta fondi via SMS sulle reti Mediaset
  • svolgendo continua attività di sensibilizzazione sul tema dell'autismo nelle scuole

Durante questi anni si è quindi diffusa anche per merito dell'associazione, la cultura del recupero della persona autistica, tanto è vero che sono nati diversi progetti educativi e di socializzazione sull'intero territorio nazionale.

Forte di questa consapevolezza, l'associazione ha provato a verificare la possibilità di realizzare un progetto simile parlando con le Istituzioni del territorio, trovando vivo interesse nella realtà scolastica del VII Municipio del Comune di Roma Capitale.

Nella fattispecie, il consiglio d'Istituto della Scuola Media Statale "Giovanni Verga", a fronte della richiesta di concessione da parte dell'associazione di locali scolastici in disuso, ha accettato di concederli, per la realizzazione del progetto educativo e di socializzazione denominato "ABA.CO".

A seguito della manifestata disponibilità da parte del consiglio d'istituto, il Municipio VII di Roma Capitale, ha quindi concesso formalmente l'uso dei locali per il progetto “ABA.CO”.